Esami di terza media, dietrofront di Gelmini: “Restano come prima”

Pubblicato il 21 ottobre 2011 20:50 | Ultimo aggiornamento: 21 ottobre 2011 20:50
Maria Stella Gelmini

Maria Stella Gelmini (Foto Lapresse)

ROMA, 21 OTT – Gli esami di terza media del 2012 non saranno diversi da quelli dell’anno precedente. Secondo quanto scrive Repubblica, il ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini avrebbe deciso di posticipare al 2013 le nuove regole per i 600 studenti delle scuole medie.

In un’intervista a Repubblica il ministro aveva detto di voler di ridurre le prove, ma ora una circolare ha riconfermato tutte le vecchie regole. La stessa sorte sembra toccherà agli studenti che si sottoporranno all’esame di maturità.

Per il 2012 la prova nazionale Invalsi  avrà per oggetto “le conoscenze e le abilità acquisite dagli studenti in italiano e matematica. Le conoscenze e le abilità verranno valutate con riferimento agli obiettivi di apprendimento previsti per tali insegnamenti dalle Indicazioni per il curricolo al termine del primo ciclo di istruzione”. Niente di nuovo, quindi.

La prova nazionale Invalsi si svolgerà contemporaneamente in tutte le scuole d’Italia lunedì il 18 giugno. Negli stessi giorni si svolgeranno le prove scritte di Italiano, Matematica e Inglese, e forse anche quella della seconda lingua straniera, per un totale di sei prove scritte, che si concluderanno con il colloquio su tutte le discipline.

Le regole potrebbero cambiare a partire dal 2013. Gelmini aveva annunciato di voler sostituire la terza prova dell’esame di maturità con una prova standard come quella formulata dall’Invalsi per gli esami di terza media. Al momento, però, tutto resta com’è.