Esodo estivo, weekend da bollino nero sulle autostrade. E il maltempo…

di Redazione blitz
Pubblicato il 4 agosto 2018 8:38 | Ultimo aggiornamento: 4 agosto 2018 12:26
traffico autostrade maltempo

Esodo estivo, weekend da bollino nero sulle autostrade. E il maltempo…

ROMA – Primo fine settimana di esodo da bollino nero, a partire da oggi, 4 agosto, sulle autostrade. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] oltre il rischio di trovare traffico molto intenso e possibili incolonnamenti sui 26 mila chilometri di rete stradale nazionale, per chi si mette in viaggio per le vacanze si aggiunge il rischio del maltempo. Sono attesi improvvisi nubifragi e bombe d’acqua, con le previsioni meteo che annunciano rovesci per tutto il fine settimana.

Sul versante del traffico, la maggiore criticità è segnalata per la mattinata di oggi (4 agosto), indicata dall’Anas con il “bollino nero” soprattutto in direzione Sud, verso le località di mare. L’esodo estivo, però, è incominciato già da ieri pomeriggio, con una situazione da bollino rosso.

Traffico in autostrada, quando partire per evitare le code

Altre criticità sono previste anche per il pomeriggio di oggi e per domenica mattina, per gli spostamenti verso le località di villeggiatura e in particolare lungo le dorsali adriatica, tirrenica e jonica, compreso l’itinerario E45 che collega i due versanti della penisola e ai valichi di confine in direzione di Francia, Slovenia e Croazia. Code e incolonnamenti si sono registrati il 3 agosto da Nord a Sud, nonostante lo stop dei mezzi pesanti fino alle 22. Il divieto di circolazione resta in vigore anche oggi, dalle 8 alle 22, e domenica dalle 7 alle 22.

Come riporta una analisi della Coldiretti/Ixè saranno 21 milioni gli italiani in viaggio per concedersi almeno un giorno di vacanza fuori casa nel mese di agosto. Quest’anno sembra dunque essere confermata, sottolinea Coldiretti, l’abitudine, tutta italiana, di concentrare le partenze nel mese di agosto, il più gettonato. Complessivamente, precisa Coldiretti, si registra un aumento dell’1%, rispetto allo scorso anno, degli italiani in viaggio ad agosto. Nell’88% dei casi hanno scelto di rimanere nei confini nazionali.

A differenza del passato quasi la metà degli italiani in vacanza (49%) ha scelto la prenotazione on line, che ha raggiunto il massimo storico di sempre. Se è il mare a fare la parte del leone per più di 6 italiani su 10 (62%), al secondo posto si classificano le città d’arte a pari merito con parchi, oasi, riserve e la campagna, seguiti dalla montagna. La durata media del tempo trascorso lontano da casa dai vacanzieri è quest’anno di 11,3 giorni e per quasi un italiano su quattro la durata, rileva Coldiretti, è compresa tra 1 e 2 settimane, ma c’è un fortunatissimo 2% che starà fuori addirittura oltre un mese. Le partenze sono condizionate dall’andamento climatico con il 74% degli italiani che guarda le previsioni meteorologiche per le vacanze.

Tra gli obiettivi della vacanza c’è la ricerca della buona alimentazione con un terzo del budget destinato alla tavola. Il 34% dei vacanzieri consuma pasti principalmente al ristorante durante la vacanza, il 9% in agriturismi, l’8% in pizzeria, anche se più uno su quattro (il 26%) mangia a casa. Il 60% degli italiani in viaggio, inoltre, ha scelto di alloggiare in case di proprietà, di parenti o in affitto, ma nella classifica delle preferenze ci sono nell’ordine anche alberghi, bed and breakfast, villaggi turistici e gli agriturismi che fanno segnare un aumento rispetto allo scorso anno anche grazie alla qualificazione e diversificazione dell’offerta. Molto gettonato da circa 1,5 milioni di turisti in viaggio è poi il camper. Si stima che in Italia, conclude Coldiretti, siano presenti circa 12mila piazzole di sosta negli agriturismi italiani che sono particolarmente apprezzate dagli amanti della vacanza all’aria aperta come i camperisti.

Previsioni meteo. I temporali sono attesi non solo sulle Alpi, ma anche e soprattutto al Centro-Sud. Saranno interessate da intense precipitazioni, secondo gli esperti, la zona del Grossetano, l’Abruzzo, e alcune grandinate potrebbero colpire Viterbo e Roma. A rischio anche le zone di Napoli e Palermo, e alcune aree della Puglia, della Sicilia e della Sardegna.