Argelato (Bologna), esplode gomma: operaio muore decapitato

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 Dicembre 2019 20:44 | Ultimo aggiornamento: 30 Dicembre 2019 20:44
Argelato (Bologna) operaio muore decapitato

Foto Ansa

BOLOGNA – Un operaio di una ditta di spedizioni è morto in un incidente sul lavoro avvenuto verso le 13 a Funo di Argelato in provincia di Bologna. Dalla prima ricostruzione, l’uomo stava riparando la gomma di un camion nel piazzale dell’azienda, ma lo pneumatico è esploso e lo ha ucciso depatindolo.

La vittima è un 41enne di origine moldava. Sul posto, oltre al 118 per tentare di soccorrere l’operaio, sono intervenuti i Carabinieri. L’operaio si chiamava Valeriu Golban. Lavorava in Italia dal dicembre 2018 e lascia famiglia con tre figli in Moldavia.

Morti sul lavoro in aumento nel primo semestre del 2019

Nel primo semestre del 2019 sono stati denunciati 482 infortuni mortali sul lavoro, il peggior dato dal 2016 (quando iniziano i bollettini trimestrali Inail consultabili). Nel 2016 infatti le denunce erano state 461, saliti poi a 473 nel 2017 e leggermente calati a 469 nel 2018.

Guardando ai dati annuali, il 2018 è stato l’anno peggiore degli ultimi tre. Se, infatti, il 2016 si era chiuso con 1.018 vittime e il 2017 con 1.029, nel 2018 si è arrivati a 1.133 morti sul lavoro (+10%).

Per quanto riguarda invece gli infortuni denunciati, i dati Inail del primo semestre 2019 mostrano un leggero miglioramento rispetto allo stesso periodo del 2018. Dai 324.408 infortuni dell’anno scorso si è scesi a 323.831 (-0,2%).

Il 2018 era però stato l’anno peggiore di quelli recenti, con 641.261 infortuni denunciati, contro i 635.433 del 2017 e i 636.812 del 2016.

Fonte: Agi, Ansa