Esselunga, fatturato in crescita. E annuncia 2.000 nuove assunzioni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 gennaio 2014 19:59 | Ultimo aggiornamento: 21 gennaio 2014 19:59
Esselunga, fatturato in crescita. E annuncia 2.000 nuove assunzioni

Esselunga, fatturato in crescita. E annuncia 2.000 nuove assunzioni

MILANO – La catena di supermercati Esselunga chiude il 2013 con un fatturato in crescita di 6,9 miliardi (+1,7%) e annuncia duemila assunzioni nei prossimi due anni. Le ha promesse il patron Bernardo Caprotti, che a fine dicembre ha annunciato le sue dimissioni da tutte le cariche aziendali.

Le assunzioni avverranno nonostante la catena di 140 supermercati in Lombardia, Toscana, Emilia Romagna, Piemonte, Veneto e Liguria abbia registrato un calo dell’utile del 16% a 300 milioni di euro.

Un andamento legato alla politica dei prezzi adottata dal gruppo, che ha tentato di combattere la crisi lasciandoli invariati per spingere sui consumi, accollandosi un aumento medio dell’1,8% applicato dai fornitori. A questo proposito il gruppo di Caprotti sottolinea come negli ultimi due anni ”a fronte di incrementi di prezzo ricevuti per circa il 4%, Esselunga non ha trasferito alcun incremento di prezzo ai propri clienti”.    

Il primo negozio Esselunga risale al 1957, nel semicentrale viale Regina Giovanna di Milano. Da allora il padre-padrone Bernardo Caprotti ne ha fatta di strada, spesso in conflitto con i propri figli. Prima di Natale, all’alba degli 88 anni, ha annunciato le proprie dimissioni ai dipendenti nella sede centrale di Limito di Pioltello (Milano), senza però rinunciare a seguire lo sviluppo della sua creatura.

Tra voci ricorrenti e smentite sulla possibile vendita della società, Caprotti infatti da anni coltiva un sogno, ormai a portata di mano, quello di aprire un supermercato vicino a Roma. Proprio Aprilia (Latina) sarà entro il prossimo giugno una delle prime tra le 12 nuove aperture previste entro la fine del 2014.