Estate e vacanze, week-end da bollino rosso: traffico intenso e afa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 luglio 2015 22:11 | Ultimo aggiornamento: 31 luglio 2015 22:11
Estate e vacanze, week-end da bollino rosso: traffico intenso e afa

(Foto d’archivio)

ROMA – E’ ormai iniziato il primo vero week-end di esodo dalle città. Ed è partito all’insegna del traffico intenso, con tanto di bollino rosso.

Venerdì 31 luglio la circolazione è stata particolarmente rallentata intorno ai nodi di Milano, Genova, Bologna, Firenze e Roma, secondo Viabilità Italia, il centro di monitoraggio del Viminale. Anche sabato e domenica sono attese lunghe file di auto verso le vacanze. I tir dovranno restare fermi dalle 8 alle 22 nel fine settimana.

Venerdì pomeriggio le situazioni più difficili, con code a tratti, sono state segnalate sull‘A1 tra Piacenza Nord e Fiorenzuola in direzione Bologna; sull‘A4 tra Dalmine e Seriate in direzione di Trieste; sull’A10 tra Varazze e bivio A10-complanare Savona. Rallentamenti sull’A14 tra Bologna ed Imola in direzione sud. Traffico sostenuto, ma regolare, sull’A3 Salerno-Reggio Calabria.

Particolarmente intenso nell’area salernitana in direzione sud, con qualche rallentamento sul raccordo Salerno-Avellino. In Sicilia sull‘A29 Palermo-Mazara del Vallo traffico intenso nell’area palermitana. Rallentamenti inoltre sulle strade statali 106 Jonica, 18 Tirrena Inferiore, 16 Adriatica, 36 nel lecchese verso i laghi.

Ad accompagnare i viaggi un’afa intensa al Centro Sud, anche se in serata ci sono stati temporali su Lazio, Abruzzo e Umbria. Per sabato sono previste precipitazioni sparse al Nord e da domenica ancora solleone su tutto il Paese.

Grande afflusso anche negli aeroporti. Dopo il caos determinato dall’incendio di due giorni fa, Fiumicino è tornato alla normalità. Giovedì lo scalo romano ha raggiunto la cifra record di 154mila passeggeri. Aeroporti di Roma comunica che il record possa essere battuto nuovamente tra sabato e domenica.

C’è poi chi ha scelto il treno per muoversi. E’ stato deciso un potenziamento dei controlli su tutti i punti critici della circolazione ferroviaria, con la presenza di personale tecnico. Quattromila tecnici di Rfi presenziano sette giorni su sette le 300 località più critiche dell’intera rete. Trenitalia ha inoltre potenziato, per tutto il periodo estivo, i presidi di assistenza ai clienti nelle stazioni. In particolare, in quelle che registrano un maggior movimento di passeggeri: città d’arte e lungo le direttrici per le coste adriatica e tirrenica.