Estorsioni ai vip a mezzo foto: chiesti 7 anni per Fabrizio Corona

Pubblicato il 28 Ottobre 2009 15:18 | Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre 2009 15:18

Fabrizio Corona

Il pubblico ministero di Milano Frank Di Maio  ha chiesto una condanna a 7 anni e 2 mesi di carcere per Fabrizio Corona. L’agente fotografico è accusato di estorsione e tentata estorsione nell’ambito dell’inchiesta nota come “Vallettopoli”.

Corona, secondo l’accusa, avrebbe cercato di ricattare attraverso le sue fotografie, diversi personaggi famosi. Se le richieste di Di Maio dovessero essere accolte il fotografo dovrà pagare anche una multa di 1200 euro.

Dura la requisitoria del pm : «Ho cercato di trovare un qualche appiglio per concedergli le attenuanti generiche, ma non ci sono riuscito. Mi rammarico per come Corona ha gestito l’immagine della giustizia italiana fuori da queste aule. Difendersi non vuol dire portare dispregio alla giustizia».

Corona, ha proseguito Di Maio, «è un uomo accecato dal denaro. Prendo atto che c’è una deriva inquietante nella gestione di video e fotografie e i fatti di cronaca di questi giorni ne sono evidenza. Alcuni di questi sono passati qui, come la vicenda delle fotografie di Barbara Berlusconi che, ci è stato detto, sarebbero state ritirate dal mercato perchè bruttine».

Il pm ha invece chiesto l’assoluzione di Marco Bonato, ex collaboratore di Corona, affermando che nel suo caso non è emerso che fosse consapevole dell’azione estorsiva in cui l’avrebbe coinvolto l’agente dei fotografi.