Euronics finto, un sms vi informa che avete vinto un iPhone 11? Non cliccate, è una truffa

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 Luglio 2020 16:34 | Ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2020 22:41
Euronics, sms vi informa che avete vinto un iPhone 11? Non cliccate, è una truffa

Euronics, un sms vi informa che avete vinto un iPhone 11? Non cliccate, è una truffa

Un sms a nome Euronics vi informa che siete i vincitori di un costosissimo iPhone 11? Troppo bello per essere vero, non cascateci: è un tranello. 

A mettere in guardia gli utenti sulla nuova truffa via sms è il commissariato online della Polizia di Stato. Il messaggio gira ormai da più di dieci giorni e i mal capitati continuano ad aumentare.

Si tratta, spiega la Polizia, di un tentativo di phishing, attraverso l’indebito utilizzo del nome di Euronics.

Come funziona il tranello? “Nel testo del messaggio è presente un link che, se cliccato, rimanda ad un sito clone apparentemente simile a quello ufficiale” di Euronics.

“Il messaggio, facendo riferimento alla possibilità di vincere uno smartphone iPhone 11, invita i destinatari a partecipare ad un sondaggio e ad inserire i propri dati personali e della carta di credito”. E il gioco è fatto. 

Truffa sms Euronics, come difendersi

Tre sono i consigli da seguire se vi dovesse arrivare il famigerato sms: non cliccare sul link proposto, non fornire alcun dato personale o relativo alla propria carta di credito o conto bancario ed effettuare la scansione del dispositivo con un antivirus aggiornato.

Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, commenta: “Anche la catena Euronics, ovviamente inconsapevole, diventa uno specchietto per le allodole per tanti che non prestano attenzione e che sono attratti da false promesse di regalo che alla fine si rivelano solo un modo per accedere ai nostri dispositivi”.

“Nonostante gli avvertimenti e gli inviti all’attenzione che continuamente rivolgiamo, sono ancora troppi i cittadini che reagiscono d’impulso e si fanno fregare facilmente”.

“Il modo migliore per difendersi è quello di seguire fedelmente le indicazioni della Polizia Postale”. (Fonte: Corriere)