Prendeva 800 euro al mese di aiuti. Ma “aveva evaso 13 miliardi”

Pubblicato il 4 Luglio 2012 12:31 | Ultimo aggiornamento: 4 Luglio 2012 12:55

MILANO -Dichiarava con l’autocertificazione un reddito lordo annuale di meno di 20mila euro. Per questo ogni anno percepiva 800 euro di “contributi a sostegno del nucleo familiare” da parte del Comune di Cassano Magnago.

In realtà, scrive il Corriere della Sera, è risultato che la sua azienda a gestione familiare aveva evaso oltre 13 milioni.

La Guardia di Finanza di Busto Arsizio, scrive il Corriere, ha ricostruito un reddito pro capite per i soci dell’azienda (tra cui l’uomo che percepiva il sussidio) di 2 milioni di euro l’anno.

Ai finanzieri non era sfuggita la domanda presentata al Comune per il sostegno.

L’imprenditore dovrà pagare una pesante sanzione amministrativa, che va da un minimo di 5.164 ad un massimo di 25.882 euro. Intanto ha già versato allo Stato, insieme ai suoi familiari, circa 1.200.000 euro per definire il contesto per gli anni dal 2006 al 2008.