Arrestato ad Aversa (Caserta) evaso accusato di aver ucciso un tabaccaio nel 2001

Pubblicato il 18 Settembre 2010 18:25 | Ultimo aggiornamento: 18 Settembre 2010 18:27

La polizia ha catturato, dopo un inseguimento, Giuseppe Tomassone, trentenne di Aversa (Caserta), evaso dal carcere di Reggio Emilia, lunedì 13 settembre. L’uomo, indagato per rapina, droga, detenzione di armi ed altri reati, stava scontando nel carcere reggiano una condanna per l’omicidio del tabaccaio, Giovanni Tonziello, ucciso nel 2001 a Trentola Ducenta, nel Casertano, nel corso di una rapina.

Giuseppe Tomassone, che deve rimanere in carcere fino al 2017, non era rientrato nell’istituto di pena dopo un permesso. È stato catturato da un equipaggio del commissariato di polizia di Aversa che aveva rafforzato i controlli in città, soprattutto nelle zone dove l’evaso avrebbe potuto trovare rifugio. Tomassone è stato notato da una pattuglia in una zona centrale di Aversa ed accortosi della presenza dei poliziotti ha tentato la fuga a bordo di uno scooter ma è stato inseguito e bloccato.

Durante l’inseguimento, i poliziotti hanno anche esploso colpi in aria a scopo intimidatorio. A causa della velocità sostenuta lo scooter e’ sbandato in una curva urtando contro un muro. L’evaso, però,ha riportato soltanto lievi escoriazioni ed è stato, poi, condotto al carcere di S.Maria Capua Vetere in attesa di essere messo a disposizione dell’autorita’ giudiziaria di Reggio Emilia.