Evasore totale con domanda reddito cittadinanza fermato alla frontiera con lingotto d’oro

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Giugno 2020 13:15 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2020 13:16
guardia finanza foto ansa

Evasore totale con domanda reddito cittadinanza fermato alla frontiera con lingotto d’oro (foto Ansa)

ROMA – Evasione totale con il reddito di cittadinanza è stato fermato alla frontiera tra la Lombardia e la Svizzera.

Con se aveva un lingotto d’oro e mila euro in contanti: “Stiamo andando a giocare al Casinò” ha detto l’uomo originario della provincia di Bergamo ai militari della Guardia di Finanza.

In auto con lui un’altra persona residente anch’essa in provincia di Bergamo.

I due ora sono stati denunciati per falso e reati tributari. Uno dei due è risultato inoltre evasore totale e aveva fatto domanda per il reddito di cittadinanza.

La frontiera tra Italia e Svizzera è stata riaperta da pochi giorni e subito sono ricomparsi i traffici illeciti lungo il confine.

Questo caso specifico è accaduto nella frontiera di Bizzarone in provincia di Como: si tratta, scrive Claudio Del Frate del Corriere della Sera, di un punto di passaggio secondario, dove forse i due pensavano di dare meno nell’occhio.

Dal controllo sulle identità è emerso che su uno di loro pendeva un accertamento fiscale di 400mila euro.

L’altro è invece  totalmente sconosciuto al fisco: per questa ragione aveva in corso la domanda per ottenere il reddito di cittadinanza.

A bordo dell’auto durante la perquisizione, sono stati trovati i contanti e il lingotto d’oro da 100 grammi.

La Guardia di Finanza, a proposito dei due ha scritto la Guardia di Finanza, “è idoneo a ostacolare concretamente la riscossione delle tasse da parte del Fisco italiano”. 

Di conseguenza l’episodio è stato segnalato alla Proocura della repubblica. Ovviamente la richiesta del reddito di cittadinanza è decaduta in automatico (fonte: Corriere della Sera).