Cronaca Italia

Ex capo dei vigili Tiziano Boselli arrestato: “soldi per annullare le multe”

Ex capo dei vigili Tiziano Boselli arrestato: "soldi per annullare le multe"

Ex capo dei vigili Tiziano Boselli arrestato: “soldi per annullare le multe”

MILANO – Faceva lo sconto sulle multe gravate da more e dagli interessi. In cambio, però, i soldi, rigorosamente in contanti, li intascava lui. Con l’accusa di truffa, falso e frode informatica è stato arrestato Tiziano Boselli, ex comandante della polizia locale di Pieve Emanuele (Milano). 

Nei soli quattro mesi in cui è stato intercettato, Boselli avrebbe intascato 9mila euro in contanti, secondo quanto riferisce Olivia Manola sul Corriere.it. Provocando un mancato introito per le casse del Comune stimato in 26mila euro.

Ecco alcuni stralci delle telefonate intercettate riportati dal Corriere della Sera.

“Mi potranno condannare per che cosa? Per aver fatto del bene alle persone? Con i problemi economici che ci sono”: questo diceva Boselli a un’automobilista multata a cui chiedeva 250 euro in contanti: “Io le dico la verità… in questo momento sto infrangendo la legge però vabbe’, male che vada cosa vuoi che mi fanno…”. E in un’altra intercettazione affermava: “Noi abbiamo deciso con l’amministrazione comunale, di fare una cosa di questo tipo… Che è evitare di mandare la gente a Equitalia, no, perché se lei ad esempio la dovessi mandare questa pratica a Equitalia… le sanzioni sarebbero il doppio”. E ancora: “Noi abbiamo fatto queste comunicazioni appunto per evitare alle persone di andare a finire in mano a Equitalia”.

 

To Top