Ex fidanzata di Alberto Genovese indagata. L’accusa: forse era presente anche lei alle presunte violenze

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Dicembre 2020 10:16 | Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre 2020 10:16
Ex fidanzata di Alberto Genovese indagata. L'accusa: forse era presente anche lei alle presunte violenze

Ex fidanzata di Alberto Genovese indagata. L’accusa: forse era presente anche lei alle presunte violenze (Nella foto Ansa, Alberto Genovese)

Anche l’ex fidanzata di Alberto Genovese è indagata. Lo scrivono Ansa e altre agenzie di stampa, lo scrivono anche i giornali (come Corriere della Sera e La Stampa). Secondo l’accusa, la ragazza potrebbe essere stata presente ad alcuni degli abusi addebitati all’imprenditore.

Genovese è in carcere da oltre un mese con l’accusa di aver stordito con droga e poi stuprato una 18enne due mesi fa. Lui è l’ex fondatore di Facile.it e di Prima Assicurazioni.

Il verbale che parla della fidanzata di Genovese

L’Ansa scrive che una ragazza aveva già parlato della ex fidanzata di Genovese. Si tratta di una delle giovani che ha partecipato al festino del 10 ottobre nell’attico di lusso Terrazza Sentimento. Attico a due passi dal Duomo di Milano. Scrive l’Ansa (riferendosi al verbale): “Ho saputo che girano delle voci su Genovese, nello specifico si dice che lui e la sua ex fidanzata, di cui non so il nome, erano soliti drogare le ragazze alle loro feste private per poi violentarle”.

Le accuse alla ex fidanzata di Genovese

L’Ansa scrive che all’ex fidanzata gli inquirenti, per compiere tutti i necessari accertamenti, contestano il concorso nella violenza e nella cessione di droga.

Allo stesso tempo, poi, sulla base delle deposizioni di molte ragazze ospiti ai festini e dell’analisi delle immagini delle telecamere dell’appartamento (con filmati che vanno da maggio scorso in avanti), nonché di video e foto trovati nei dispositivi sequestrati a Genovese, il procuratore aggiunto Letizia Mannella e il pm Rosaria Stagnaro stanno indagando anche su altri presunti episodi di violenza sessuale e cessione di cocaina.

Approfondimenti che per queste ipotesi di reato possono andare avanti anche d’ufficio (senza denunce) e che porteranno di fatto all’iscrizione di Genovese nel registro degli indagati anche per altri presunti abusi, tuttora comunque al vaglio. (Fonti Ansa e La Stampa)