Ex militare serbo arrestato a Frascati (Roma). Forse è il rapinatore “pink panther”

Pubblicato il 7 Giugno 2012 16:18 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2012 18:40

ROMA, 7 GIU – Un kosovaro di 39 anni, ex militare delle forze armate serbe, è stato arrestato dai carabinieri di Frascati, vicino Roma, e potrebbe avere dei legami con la banda di rapinatori conosciuta come 'Pink Panther', che ha firmato colpi clamorosi in tutta Europa.

L'uomo, ricercato per una pena di 4 mesi per furto aggravato inflitta dal Tribunale di Sulmona (L'Aquila), è stato notato dai militari in via Arco di Travertino e controllato. Il documento esibito, un passaporto bulgaro, è subito apparso non regolare. Dopo accertamenti piu' approfonditi è emerso che il passaporto era stato contraffatto e che il kosovaro era ricercato. Arrestato dai carabinieri, il 39enne dopo una perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso anche di altri documenti falsificati sempre di paesi dell'est Europa. In casa aveva anche attrezzature altamente specializzate, utilizzate per scassinare porte, casseforti e saracinesche.

Gli investigatori, con il supporto informativo dell'Aisi, l'intelligence interna, non escludono che l'uomo possa aver legami con le Pantere Rosa, una banda criminale internazionale attiva dall'inizio degli anni 2000. Il gruppo, che prende il nome dalla serie cinematografica con l'attore Peter Sellers, e' infatti composta in buona parte da ex militari provenienti dalla ex Jugoslavia. Le Pink Panthers hanno messo a segno diversi colpi spettacolari in grandi gioiellerie, spesso seguiti da fughe rocambolesche.