Expo 2015. Milano pronta ad accogliere la first lady americana Michelle Obama

Pubblicato il 17 Giugno 2015 8:52 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2015 8:52
Michelle Obama

Michelle Obama

MILANO – Milano è pronta a ricevere quella che il commissario unico di Expo, Giuseppe Sala, ha definito “la presenza più attesa”: Michelle Obama. La First Lady americana, dopo la tappa londinese, atterra mercoledi all’aeroporto di Malpensa alla guida della delegazione Usa. Con lei le figlie Sasha e Malia, la madre Marian, il capo del suo staff, Tina Tchen.

E un folto gruppo di esperte ed esperti impegnati con lei su due delle campagne a cui Michelle tiene di più da quando è alla Casa Bianca: da un lato la campagna “Let Girls Learn”, che affronta il diritto delle ragazze ad avere buona scuola; dall’altro la campagna “Let’s Move!”, che affronta il tema dell’obesità infantile, per educare i giovani ad alimentarsi in modo sano e a fare sport.

Il tema della prima campagna è stato affrontato dalla First Lady nella tappa londinese. Qui, accompagnata da Sasha e Malia, ha incontrato le alunne di una scuola, la Mulberry school for girls di Londra. Solito clima festoso, ma anche un monito: fate attenzione a usare i social network.

Riferendosi a Sasha e Malia, Michelle le ha pubblicamente invitate a utilizzare twitter in questi termini: “piuttosto che twittare il menu di quello che hanno mangiato a scuola, chiedo loro di twittare quello che hanno imparato a scuola e di condividerlo con le ragazze di tutto il mondo”. E’ verosimile che a Milano Michelle proponga qualcosa di analogo per quanto riguarda “Let’s Move!”. Il suo grido da cinque anni a questa parte è il “muoviti! muoviti!” di Jovanotti, in chiave alimentare. Da quando cinque anni fa decise di coltivare un orto alla Casa Bianca, Michelle ha fatto crescere in America una consapevolezza nuova tra i ragazzi per quanto riguarda cibo nutriente e vita sana.

Lo farà anche a Milano, abbracciando il tema di Expo. Lo sente “suo” come pochi altri al mondo, e da sempre sostiene che è di importanza cruciale. Prima di arrivare all’Esposizione Universale, però, la First Lady sarà in Galleria Vittorio Emanuele a Milano, per un evento in suo onore al James Beard American Restaurant. Quindi a Santa Maria delle Grazie, per una visita privata al Cenacolo di Leonardo, il simbolo artistico di Expo Milano 2015.

Il giorno seguente, l’arrivo a Expo vero e proprio. Michelle Obama, accompagnata nella sua visita da Agnese Landini Renzi, visiterà il Padiglione degli Stati Uniti e Palazzo Italia, dove avrà un incontro con il premier Matteo Renzi. Il viaggio in Italia della First Lady si concluderà il giorno seguente, venerdì: Michelle Obama sarà prima alla base americana di Vicenza, la U.S. Army Garrison, dove alle 13 incontrerà le famiglie dei militari di stanza alla base e parteciperà con loro a un barbecue. Quindi, prima di rientrare a Washington, un salto a Venezia, in forma privata.