Expo, Padiglione Lombardia ancora chiuso. Maroni: “Lo rifacciamo, pronto il 29”

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 Maggio 2015 12:50 | Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2015 12:50
Expo, Padiglione Lombardia ancora chiuso. Maroni: "Lo rifacciamo, pronto il 29 maggio"

Expo, Padiglione Lombardia ancora chiuso. Maroni: “Lo rifacciamo, pronto il 29 maggio”

MILANO – A tre settimane esatte dall’avvio di Expo 2015, Pianeta Lombardia, lo spazio dedicato alla Regione guidata da Roberto Maroni è chiuso. E lo sarà per un’altra settimana almeno, stando alle parole del governatore lombardo che proprio ieri, 21 maggio, ha annunciato un “restyling” per sistemarlo e colmare le lacune e i ritardi di Padiglione Italia. E’ a quest’ultimo che va imputata la colpa, secondo Maroni, che si aspettava di avere tutto pronto, chiavi in mano, già dal primo maggio, giorno dell’inaugurazione. Il camouflage dell’esordio, gli operai al lavoro di notte e lo stop di due giorni per preparare l’impianto di aria condizionata che non c’era, non sono bastati a risollevare le sorti dello sfortunato edificio che, pur godendo di ottima visibilità, resta uno dei meno appariscenti dell’Esposizione. “Ora – ha detto Maroni – abbiamo deciso di pensarci noi. Abbiamo un piano di sistemazione definitiva, come lo vogliamo noi”. E la promessa: “Sarà pronto entro il 29 maggio, che è la Festa della Lombardia”.

Intanto resta operativo e accessibile, ma non ai turisti, solo il primo piano. “Un luogo per gli incontri – ha precisato Maroni – riservato alle nostre imprese, dove registriamo un calendario lungo e fitto di incontri istituzionali, ovvero della Regione con i rappresentanti dei Paesi presenti a Expo o del mondo dell’impresa, attraverso Promos e le associazioni, con tutti coloro che sono intenzionati a incontrare il nostro mondo produttivo”.

Le migliorie riguarderanno invece il piano terra: “Faremo i lavori che erano previsti e non sono stati fatti”, ha scandito Maroni. Un restyling dell’area dedicata al tour virtuale dei siti Unesco della Regione, inizialmente allestita con tristissimi tavolini a forma di rosa camuna, il simbolo quadrilobato che compone il logo della Lombardia. Anche la scelta del bianco istituzionale alle pareti si è rivelato una scelta poco felice, dal momento che non dà risalto alle proiezioni.