Expo, Regione Lombardia sospende i 3 direttori sanitari indagati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Maggio 2014 18:17 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2014 18:17
Expo, Regione Lombardia sospende i 3 direttori sanitari indagati

L’ospedale di Melegnano

MILANO – Sospesi i tre manager sanitari finiti nell’inchiesta della Procura di Milano sugli appalti Expo. La Giunta della Lombardia li ha momentaneamente allontanati in via cautelativa. Si tratta di Mauro Lovisari, Dg dell’ospedale di Lecco; di Paolo Moroni e di Patrizia Pedrotti, rispettivamente Dg e direttore amministrativo dell’ospedale di Melegnano. Gli incarichi sono stati dunque commissariati.

In una nota dell’amministrazione regionale si legge che il provvedimento è stato

“assunto in autotutela dell’immagine della Regione Lombardia e degli stessi interessati i quali, sentiti dall’Amministrazione regionale, hanno sottolineato la loro totale estraneità ai fatti emersi in questi giorni. La Giunta regionale ha quindi nominato i commissari:

per Lecco Giuseppina Panizzoli, direttore generale Sport e politiche per i giovani; per Melegnano Marina Gerini, direttore Funzione specialistica prevenzione della corruzione e trasparenza, alla quale spetterà il compito di nominare il nuovo direttore amministrativo dell’azienda ospedaliera. A sostituire Gerini nel ruolo di direttore Funzione specialistica prevenzione della corruzione e trasparenza, è stato nominato Filippo Bongiovanni, attuale responsabile del sistema dei controlli della Direzione generale della Presidenza

L’incarico dei commissari scadrà il 30 giugno, quando terminerà anche il lavoro della Commissione d’inchiesta sull’operato dei direttori ospedalieri e delle Asl insediatasi ieri”.