Fabrizio Corona dona 2mila euro al centro anti-violenza. Ma l’associazione rifiuta

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 ottobre 2018 19:20 | Ultimo aggiornamento: 6 ottobre 2018 19:20
Fabrizio Corona dona 2mila euro al centro anti-violenza. Ma l'associazione rifiuta

Fabrizio Corona dona 2mila euro al centro anti-violenza. Ma l’associazione rifiuta (Foto Ansa)

MILANO – Fabrizio Corona dona 2mila euro al centro anti-violenza La città delle donne, ma la stessa associazione, attraverso la presidente Donatella Scardi, fa sapere di rifiutare l’offerta e spiega: “In realtà non c’è stata alcuna donazione di soldi”.

L’ex paparazzo aveva organizzato in una palestra di Piacenza una iniziativa di beneficenza i cui proventi sarebbero stati devoluti all’Associazione La città delle donne, che si occupa di ascoltare, sostenere e accogliere le donne vittime di violenza, ma la presidente ha deciso di rifiutare quei soldi, prendendo le distanze dall’iniziativa.

“Il fine – sottolineavano i promotori –  è anche la sensibilizzazione dell’opinione pubblica su casi di donne che subiscono maltrattamenti domestici e non, abbattendo il muro di pregiudizio che tende spesso a far emarginare le vittime che hanno già avuto un passato ‘difficile’, dando loro una seconda opportunità”.

Ben diversa la versione della presidente dell’Associazione: “Tale iniziativa – ha detto – è nata come un‘offerta di abbonamenti a una palestra, da parte di Corona, da destinare in beneficienza. La palestra ha individuato il Centro antiviolenza come destinatario di tale regalo, accolto dall’Associazione al fine di portare benessere a donne che vivono un momento di difficoltà”. Secondo la Scardi, “non è mai stata proposta un’offerta in denaro”, che comunque “mai il Centro antiviolenza avrebbe accettato. A questo punto l’Associazione si dissocia e declina l’offerta proposta”.