Fabrizio Corona, pg attacca: “Andò nel bosco della droga, torni in carcere”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 gennaio 2019 18:31 | Ultimo aggiornamento: 28 gennaio 2019 19:28
Fabrizio Corona nel bosco della droga. Pg: Torni in carcere

Fabrizio Corona, pg attacca: “Andò nel bosco della droga, torni in carcere” (Foto Ansa)

MILANO – Fabrizio Corona deve tornare in carcere. Questa la richiesta della Procura generale di Milano che ha presentato una richiesta di revoca dell’affidamento terapeutica alla Sorveglianza. Il motivo? Andare nel bosco della droga di Rogoredo avrebbe infranto il divieto di frequentare tossicodipendenti.

Se la nuova richiesta di revoca dell’affidamento fosse accolta, riporterebbe l’ex agente fotografico in carcere. In questa richiesta l’Avvocato generale Gatto ha messo in luce una serie di ‘fatti successivi’, tra reati e violazioni, rispetto a quelli già discussi nell’udienza che portò alla conferma dell’affidamento. Tra questi, appunto, l’episodio del ‘boschetto della droga’ di dicembre, quando Corona lamentò anche di essere stato aggredito mentre stava realizzando un servizio per una trasmissione televisiva.

Secondo la Procura generale, Corona non poteva stare là a fingere di comprare droga, in una sorta anche di ‘istigazione a delinquere’, avendo poi il divieto di frequentare tossicodipendenti. Una relazione dei carabinieri su questi fatti è stata trasmessa in Procura e ai giudici della Sorveglianza.

Tra i vari punti, invece, messi in rilievo nella richiesta di sospensiva le numerose violazioni, secondo il pg, dell’affidamento in prova terapeutico, ma anche delle misure di prevenzione per 35mila euro incassati per un’ospitata e non dichiarati, oltre alle presunte diffamazioni di un magistrato e di Ilary Blasi (non è stato però querelato). In più, non ha mai risarcito, secondo la Procura generale, le parti offese dei reati commessi di estorsione e bancarotta.