Fabrizio Corona scrive a Silvia Toffanin: la lettera sarà letta a Verissimo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 ottobre 2014 19:42 | Ultimo aggiornamento: 3 ottobre 2014 19:42
Fabrizio Corona scrive a Silvia Toffanin: la lettera sarà letta a Verissimo

Fabrizio Corona scrive a Silvia Toffanin: la lettera sarà letta a Verissimo

ROMA – Fabrizio Corona scrive a Silvia Toffanin, la conduttrice di Verissimo. E proprio durante il programma del sabato pomeriggio di Canale 5 verrà letta la missiva che l’ex fotografo, in carcere a Opera, ha scritto per far sapere quali siano le sue condizioni soprattutto dopo che anche Adriano Celentano ha condiviso l’appello di una grazia. Le prime righe anticipate da TgCom dicono:

“Ti seguo sempre, sei diventata veramente brava, bravissima. Ti chiedo solo una cosa per l’intervista a mia madre. Mettici il cuore. E tu ce l’hai grande. Un bacio grande Fabrizio”.

In studio durante la registrazione era presente la mamma di Corona, la signora Gabriella. Che alla Toffanin ha detto a proposito dell’appello di Celentano:

“Mi ha profondamente sconvolto. E’ stata un’emozione forte e profonda. Innanzitutto voglio ringraziare di cuore Adriano Celentano che è un mito per tutti noi ed è una persona con una grande anima. E’ stato il primo a comprendere chi è veramente Fabrizio, un misto di spavalderia e tenerezza”.

Alla Toffanin che le chiede come abbia preso la notizia Fabrizio, e come stia in questo periodo, risponde: “E’ molto felice di questo appello perché si apre un varco, una speranza. Il carcere a mio figlio ha fatto bene poiché lo ha fatto riflettere e cambiare, ma in questo momento è molto depresso e molto dimagrito, per cui spero di farlo uscire da lì al più presto per poterlo far curare bene”.

Infine Gabriella si rivolge direttamente a suo figlio: “Avrei voluto condividere con te questa gioia immensa. Vedo tutta questa gente che ti vuole bene e ora, addirittura il grandissimo Celentano si è schierato con te. Cosa posso dirti, è una cosa troppo bella e allora dobbiamo avere la speranza che presto tutto si potrà risolvere nel migliore dei modi. Ti voglio bene”.