Fabrizio Frizzi, Valeria Favorito: “Lo volevo come testimone al mio matrimonio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 marzo 2018 13:49 | Ultimo aggiornamento: 26 marzo 2018 15:04
Fabrizio Frizzi e Valeria Favorito

Fabrizio Frizzi e Valeria Favorito

ROMA – “Ero andata a Roma qualche giorno fa per portargli di persona il mio invito di nozze, volevo che lui fosse il mio testimone. Mi disse: se le mie forze me lo consentiranno, oggi sto bene, domani non so”.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

A parlare è Valeria Favorito, la ragazza veronese di 30 anni alla quale Frizzi donò il midollo osseo nel 2000 salvandole la vita.

Nel 2000, infatti, quando Fabrizio Frizzi stava girando una fiction e conduceva un programma con Romina Power, fu contattato per un delicatissimo intervento chirurgico.

Una bambina di 11 anni, Valeria Favorito, era malata di una grave forma di leucemia, la leucemia mieloide acuta, ed era in pericolo di vita. La piccola era condannata alla morte dalla mancanza di un donatore compatibile all’interno della sua famiglia, ma aveva una speranza. Fabrizio Frizzi aveva infatti il proprio midollo osseo compatibile con quella di Valeria Favorito, e dopo un’iniziale titubanza, visti i suoi impegni di lavoro, accettò di esser operato per effettuare il trapianto.

I due, Fabrizio Frizzi e Valeria Favorito, oggi trentenne, nel tempo hanno costruito una bella amicizia. Tanto che Fabrizio Frizzi la chiamava sempre la sua sorellina di sangue.

“Ho perso un fratello – spiega Valeria tra le lacrime – una perso una persona a cui tenevo tantissimo”. La donna racconta di aver saputo che era stato Frizzi il suo donatore sentendoglielo riferire in televisione. “Dopo l’intervento – aggiunge – ci siamo visti un sacco di volte”.