Fabrizio Piscitelli “Diabolik”, capo ultras Lazio ricercato per droga

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 settembre 2013 13:14 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2013 16:19
Fabrizio Piscitelli, capo ultras Lazio arrestato per droga

Fabrizio Piscitelli

ROMA – Fabrizio Piscitelli, lo storico capo ultras della Lazio soprannominato “Diabolik“, è ricercato per droga. La Guardia di Finanza ritiene che Piscitelli sia a capo di un’organizzazione di trafficanti di droga. L’operazione della Finanza ha portato all’arresto di altre sei persone, ritenute collegate al boss Michele Senese, e al sequestro di 500 chili di hashish per un giro d’affari di cinque milioni di euro. 

Piscitelli, 47 anni, è conosciuto nella Capitale per il suo ruolo di leader degli ultras della tifoseria laziale ed è stato più volte coinvolto in vicende di cronaca giudiziaria locale: dal recente processo connesso alla scalata all’As Lazio ad episodi di violenza negli stadi. L’ultrà è ritenuto, dagli investigatori del Gico del Nucleo di polizia tributaria delle Fiamme Gialle di Roma, a capo di uno di due distinti gruppi criminali individuati. L’altro capo è il 37enne Paolo Diana. L’asse del traffico andava dalla Spagna all’Italia.