Faenza. Picchiata, ustionata e minacciata di morte: ragazza denuncia i genitori

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 ottobre 2013 22:07 | Ultimo aggiornamento: 1 ottobre 2013 22:08

Faenza. Picchiata, ustionata e minacciata di morte: ragazza denuncia i genitoriRAVENNA – Hanno picchiato per tre anni la figlia, le hanno lasciato bruciatore sul corpo e sulla testa, l’hanno offesa, insultata e minacciata di morte. Per questo motivo una ragazza di 18 anni ha denunciato i genitori per le botte e le vessazioni subite. Dopo l‘ennesimo ricovero in ospedale per le percosse, la ragazza ha denunciato i genitori che hanno patteggiato.

I genitori della giovane sono originari dell’Albania e residente a Faenza, in provincia di Ravenna. Per almeno tre anni la figlia ha subito botte e vessazioni, caratterizzati da bruciature sul corpo e sulla testa, più offese, sputi, pedinamenti quando usciva, sequestro dei documenti, minacce di morte e perfino tentativi di strangolamento.

Entrambi i genitori hanno deciso di patteggiare: la madre un anno e mezzo (pena sospesa) ed è uscita dai domiciliari, mentre il padre due anni e mezzo, e si trova ancora in carcere. I due, difesi dall’avvocato Carlo Benini, erano stati arrestati dagli agenti del locale Commissariato coadiuvati dai colleghi di Imola in applicazione alle misure restrittive chieste dal Pm Angela Scorza titolare del fascicolo.