Falsi invalidi a Napoli, un pentito: “Così il clan controlla le pensioni”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 febbraio 2014 11:55 | Ultimo aggiornamento: 10 febbraio 2014 11:55
Falsi invalidi a Napoli, un pentito: "Così il clan controlla le pensioni"

Falsi invalidi a Napoli, un pentito: “Così il clan controlla le pensioni”

ROMA – Tra le carte dell’inchiesta dell’operazione contro il clan Contini spuntano, come riporta il Mattino le parole di un pentito, rivelazioni choc su come il clan avrebbe gestito e controllato le pensioni erogate a falsi invalidi.

Non siamo a Chiaia, scrive il Mattino, “dove pure sono stati realizzati arresti e sequestri (grazie a un accordo tra un politico locale e alcuni soggetti in odore di camorra), ma a piazza Nazionale”.

Scrive Leandro Del Gaudio

Una zona contesa tra clan Contini e Mazzarella. Il «medico», il «professore», l’informatico: «Ecco gli uomini del sistema». E spunta il caso della stanza 27 – un ufficio della municipalità del centro – dove ci sarebbe un via vai di soggetti legati alla camorra.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other