A 12 anni Equitalia gli chiede 1138€: non pagò il bollo, non era nato

Pubblicato il 5 ottobre 2012 11:56 | Ultimo aggiornamento: 5 ottobre 2012 13:35

FASANO (BRINDISI) – Antonio, a soli 12 anni, ha già accumulato un debito di 1.138,77 euro nei confronti di Equitalia per non aver pagato il bollo su un’auto mai posseduta e per giunta nel 1997, cioè tre anni prima di essere nato. Storie di ordinaria schizofrenia burocratica, se non fosse che Equitalia non sembra intenzionata a riconoscere il disguido.

Succede  a Fasano, dove uno studente di scuola media si è visto recapitare una cartella Equitalia, senza nemmeno avere l’età per guidarla un’auto. La storia, che ha dell’incredibile, è stata raccontata dalla Gazzetta del Mezzogiorno.

Il padre del ragazzo, un piccolo imprenditore, si è rivolto ad un commercialista, il quale ha scoperto che la sanzione è riferita ad una vecchia Renault 9 del 1985, mai posseduta da nessun membro della famiglia. Il problema è che Equitalia non sembra affatto intenzionata a riconoscere l’errore.

“La sanzione va pagata”  è stata la risposta intransigente della società di riscossione tributi. Ma il padre di Antonio è altrettanto intenzionato ad opporsi con tutti i mezzi legali.