Fase 2: 4 maggio riaprono fabbriche, negozi e bar tra il 18 e il 25. Sui bus…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Aprile 2020 8:37 | Ultimo aggiornamento: 20 Aprile 2020 8:37
Fase 2: 4 maggio riaprono fabbriche, negozi e bar tra il 18 e il 25. Sui bus...

Fase 2: 4 maggio riaprono fabbriche, negozi e bar tra il 18 e il 25. Sui bus… (Foto Ansa)

ROMA – Fase 2, una bozza di calendario c’è: il 4 di maggio riaprono le fabbriche, per negozi, bar e ristoranti la data di riapertura oscilla tra il 18 e il 25 maggio.

Fabbriche, appuntamento al 4 di maggio. Come riaprono? Mascherine, guanti, gel, sanificazione due volte al giorno. E soprattutto turni di lavoro sgranati su un lungo arco di ore nella giornata. Probabilmente usando anche il sabato e la domenica per allungare ancora lo spazio temporale per i turni di lavoro.

Fabbriche, luoghi di lavoro, come ci si andrà dal 4 maggio in poi? In metro e in bus posti solo a sedere e alternati. E conteggio preventivo del numero massimo dei passeggeri ammessi. Quindi ci vorranno più mezzi, più corse, controllori. E soprattutto andranno di fatto evitate le cosiddette ore di punta. Qualche scetticismo al riguardo non è senza fondamento.

Negozi, bar, ristoranti. Dovranno attendere un altro paio di settimane dopo la riapertura delle fabbriche, settimane di test sull’andamento sia epidemico che organizzativo dopo il 4 di maggio. Anche qui mascherine, distanziamento (da notare che almeno nelle disposizioni, non nella pratica, il metro si va allungando), guanti, gel, turni di ingresso, sanificazioni. E nei negozi un rapporto massimo tollerabile tra metri quadrati del locali, addetti (massimo due) e clienti (uno alla volta). Per bar e ristoranti, la gran parte in impossibilità o difficoltà estrema a garantire la distanza tra i clienti e/o la loro turnazione, la modalità da sviluppare sarà quella dell’asporto.

Cinema, teatri, concerti, feste pubbliche, stadi. Non se ne parla, non c’è data credibile per le riaperture.

Treni, aerei: dovranno ridurre a circa la metà il numero dei passeggeri in cabina o in carrozza.

Piscine, palestre, centri sportivi: forse fine maggio/inizio giugno. Ma alla condizione di evitare sport e attività di gruppo.

Persone? Dal 4 maggio riaperta libertà di passeggiata. Ma il fuori dal lockdown sarà parecchio amputato. Si potrà andare a lavorare e poco più. La riapertura a contatti tra amici e parenti solo a distanza. E per gli anziani il caldissimo invito a farne ancora a meno.

Mobilità: a maggio probabile sia ripristinata la mobilità, il potersi muovere da Comune a Comune. Ma fino a fine mese probabile resti il divieto di spostarsi da Regione a Regione.