Fase 2 e scuole chiuse: 53% genitori torna a lavoro, bonus baby sitter copre un quarto dei costi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Aprile 2020 14:08 | Ultimo aggiornamento: 21 Aprile 2020 14:09
Fase 2 e scuole chiuse: 53% genitori torna a lavoro, bonus baby sitter copre un quarto dei costi

Fase 2 e scuole chiuse (Ansa)

ROMA – E ora che si approssima il 4 maggio, come faranno i genitori che dovranno tornare in fabbrica o in ufficio con i figli che a scuola invece non ci potranno andare? E’ una delle incognite della fase 2 più difficili da risolvere per le famiglie. In metà delle quali lavorano entrambi i genitori (53%), secondo la ricerca, commissionata da Yoopies, piattaforma internazionale di incontro fra domanda e offerta di assistenza all’infanzia e servizi alla famiglia.

Papà e mamma lavoratori devono studiare una strategia. Perché praticamente tutti (9 su 10) giudicano insufficiente il bonus baby sitter. Certo che una tata servirebbe e risolverebbe il problema (per il 67%), ma chi la paga? 

“Il Bonus non copre nemmeno un quarto delle spese da sostenere per due bambini tenuti 8 ore da una baby sitter per 5 giorni alla settimana per i prossimi 5 mesi”, sostiene qualcuno. “Copre solo un mese, ma l’emergenza è da marzo a settembre”, rileva un altro, considerando peraltro la chiusura concomitante dei centri estivi. Intanto, però, una famiglia su due (48%) ha fatto domanda per il bonus. 

Va meglio per la metà delle famiglie che ha almeno un genitore che può lavorare da casa in smart working. Ma fino a un certo punto: 3 su 4 non riescono a finire il lavoro che hanno iniziato. (fonte Repubblica)