Fase 3, per cinema e teatro ammessi più spettatori (200 cinema, 1000 per gli spettacoli all’aperto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Giugno 2020 11:33 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2020 11:33
Fase 3, Ansa

Fase 3, per cinema e teatro ammessi più spettatori (200 cinema, 1000 per gli spettacoli all’aperto) (foto Ansa)

ROMA – Il nuovo Dpcm firmato ieri sera, quindi giovedì 11 giugno, dal premier Conte rivede in parte le regole per il cinema e lo spettacolo dal vivo.

Come? Nel Dpcm si precisa che nelle sale al chiuso potranno trovare posto fino a 200 spettatori.

Prima, ricordiamo, questo numero comprendeva anche il personale di sala nonché per il teatro attori, tecnici, operai ecc.

Lo stesso per gli spettacoli all’aperto.

Il provvedimento precisa che sono ammessi “fino a 1000 spettatori”.

Viene inoltre spiegato che gli spettatori conviventi possono comunque sedere vicini.

La precisazione sul numero degli spettatori appare particolarmente significativa ad esempio per gli spettacoli di opera.

Spettacoli per i quali il numero degli addetti ai lavori è necessariamente molto alto.

Per i cinema multisala si precisa poi che il limite dei 200 spettatori va inteso “per ogni singola sala”.

Fase 3, il calcetto slitta al 25 giugno. Discoteche chiuse fino al 14 luglio

Slitta al 25 giugno il ritorno del calcetto. L’ok al nuovo Dpcm che nella bozza prevedeva inizialmente il via libera per gli sport di contatto è saltato dopo un’accesa discussione in Cdm, vista la contrarietà dei ministri Vincenzo Spadafora e Roberto Speranza.

Alla fine ha prevalso la prudenza: gli sport amatoriali come il calcetto (ma anche basket, pallavolo, pallanuoto, beachvolley) potranno riprendere il 25 giugno “se le regioni ma anche i ministri dello Sport e della Salute – dice Giuseppe Conte – ne accerteranno la compatibilità con la situazione epidemiologica”.

Lunedì riapriranno quindi le aree giochi e i centri estivi anche per i bambini da zero a tre anni, oltre alle sale scommesse.

Per le discoteche bisognerà aspettare invece fino al 14 luglio, mentre i viaggi all’estero riprenderanno gradualmente. Da domani, come previsto, “riprendono gli eventi sportivi” professionistici, senza pubblico, annuncia Conte.

Inoltre, “da lunedì potrà essere scaricata in tutto il territorio nazionale e sarà operativa la app Immuni – afferma il premier – La potete scaricare con sicurezza, serenità e tranquillità, perché tutela la privacy, ha una disciplina molto rigorosa, non invade gli spazi privati”.

Insomma dal 15 ci saranno altri spazi di libertà. Potranno riaprire sale giochi, scommesse e bingo, tra i settori più penalizzati dal lockdown, sempre però con l’avvertenza alle Regioni di tenere conto dell’andamento della pandemia. (Fonte: Ansa).