Fausto Filippone lancia la figlia dal viadotto della A14, dopo 6 ore si lancia anche lui

Pubblicato il 21 maggio 2018 9:13 | Ultimo aggiornamento: 21 maggio 2018 10:37
Fausto Filippone lancia la figlia dal viadotto della A14, dopo 6 ore si lancia anche lui

Fausto Filippone lancia la figlia dal viadotto, dopo 6 ore si lancia anche lui (foto Ansa)

FRANCAVILLA AL MARE – Fausto Filippone si è lanciato nel vuoto, dopo essere stato 6 ore aggrappato a un viadotto dell’autostrada, 6 ore dopo aver lanciato la figlia che è morta sul colpo [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]. E non si sa quante ore dopo che la compagna dell’uomo (e madre della bimba) era caduta dal quarto piano della loro abitazione. E a questo punto il dubbio è lecito: la donna si è lanciata, è caduta accidentalmente o è stata spinta? L’ultima parte della tragedia si è consumata all’altezza di Francavilla al Mare (Chieti).

La bambina, 10 anni, è morta sul colpo, dopo un volo di circa 40 metri dal viadotto della A14 in contrada Vallemerlo. Subito dopo averla lanciata l’uomo ha scavalcato la recinzione ed è rimasto aggrappato così, per 6 ore, minacciando i soccorritori di stargli lontano e di non avvicinarsi al cadavere della bambina che giaceva 40 metri più un basso. Dopo ore di contrattazione e tentativi di farlo desistere, l’uomo si è lanciato.

“Fermi, fermi, andatevene con quell’affare, non lo gonfiate”: queste le urla che i cronisti sono riusciti a sentire 40 metri più in basso del viadotto dal quale minaccia da ore di lanciarsi Fausto Filippone, 49 anni. Frasi rivolte probabilmente ai Vigili del Fuoco che stanno tentando di sistemare un gonfiabile al di sotto del viadotto dell’A14