Federcasalinghe, lettera a Tremonti: “Faccia partire il fondo di solidarietà per la prima casa”

Pubblicato il 18 Giugno 2010 17:11 | Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2010 17:13

Il ministro dell'Economia Giulio Tremonti

Federica Rossi Gasparrini, Presidente Donneruopee-Federcasalinghe, ha inviato una lettera al ministro Tremonti nella quale sollecita la piena operatività del Fondo di solidarietà per i mutui prima casa. Secondo la Gasparrini, il fondo,  “pur essendo legge dello Stato dal lontano dicembre 2007, non è ancora operativo, perché non è stato firmato dal ministro il Regolamento attuativo il cui iter è concluso da mesi”.

“Eppure gli Italiani stanno perdendo il lavoro – sottolinea Rossi Gasparrini – altri sono in cassa integrazione, altri ancora hanno gravissime difficoltà legate alla crisi economica e la realtà è che le famiglie perdono la propria casa, che con tante speranze avevano acquistato con il mutuo”.

Nessuna volontà polemica, scrive ancora nella lettera Federica Rossi Gasparrini, pur precisando che “in Italia sono davvero pochi coloro che hanno amici che offrono appartamenti in centro di Roma a costo zero; ancor meno coloro che scoprono con stupore di aver avuto regalato un appartamento. I cittadini italiani veri devono combattere quotidianamente con le difficoltà della vita. Il Fondo Mutuo Prima Casa di fatto ha introdotto un diritto importante per le famiglie: poter spostare di 18 mesi le rate del mutuo prima casa”.

Un diritto, non una concessione, che Tremonti, secondo la responsabile delle casalinghe,  starebbe negando. “Ciò è gravissimo – conclude la Rossi Gasparrini – tanto che anche se non amo la spettacolarizzazione delle iniziative, questa volta mi trova costretta a programmare lo sciopero della fame, da martedì 21 Giugno per convincere il ministro a firmare un atto dovuto”.