Federico Bertollo, 23enne muore dopo la prima dose di eroina

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Agosto 2019 10:29 | Ultimo aggiornamento: 22 Agosto 2019 10:29
Federico Bertollo, Facebook

Federico Bertollo (foto Facebook)

ROMA – Si fa iniettare la prima dose di eroina da un amico e muore. Questa la storia di Federico Bertollo, 23enne di Cittadella, trovato morto nella casa di un amico 49enne.

L’episodio è avvenuto lo scorso 19 agosto scorso. Quando i Carabinieri della Stazione e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cittadella sono intervenuti nell’abitazione del 49enne, poi arrestato, per il giovane era già troppo tardi.

Una storia difficile, quella di Federico.

A 14 anni era rimasto vittima di un grave incidente stradale, travolto da un furgone, ed era rimasto in coma per un mese. Dopo essersi risvegliato, ha cominciato la riabilitazione. Aveva scritto anche un romanzo Federico. Romanzo che gli era valso il Premio letterario internazionale Montefiore. Ma dopo l’incidente per Federico tutto è stato complicato. Come ha raccontato il fratello al Corriere della Sera, “quando uscì dall’ospedale la parte sinistra del corpo non rispondeva più, camminava zoppicando. I coetanei lo prendevano in giro, veniva bullizzato e incontrò qualche difficoltà ad accettarsi”.

“Era un ragazzo pieno di ideali – racconta sempre il fratello a NewsMediaset – dobbiamo ora farci tutti un esame di coscienza”.

Fonte: Il Messaggero, Il Corriere della Sera, NewsMediaset.