Federico Cerreti, 33 anni, si accascia al volante e muore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Dicembre 2019 11:04 | Ultimo aggiornamento: 23 Dicembre 2019 11:04
Ambulanza, Ansa

Un’ambulanza (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Ha accostato l’auto sul ciglio della strada ed è morto per un malore.

Federico Cerreti, 33 anni, operaio nella ditta di imballaggi del padre e centrocampista dell’Asd Gallo Footbal, è morto nella notte lungo la provinciale che da Montelabbate scende a Chiusa di Ginestreto, in provincia di Pesaro.

A trovarlo, sul ciglio della strada, un vigilantes.

“Federico – si legge sul Corriere Adriatico – raccontano sconvolti i suoi amici, aveva già detto di non sentirsi bene e così intorno all’una di domenica, aveva salutato la compagnia, salendo in macchina diretto a casa. Ma non è riuscito a fare molta strada: la sua auto è stata infatti trovata accostata sul ciglio della strada che costeggia le mura di Sant’Angelo in Lizzola. L’allarme è stato dato da una guardia giurata di una società di vigilanza privata. Sul posto sono intervenuti i medici del 118 che hanno effettuato diversi tentativi di rianimazione. Sono arrivati anche gli amici della squadra, ma per Federico non c’è stato nulla da fare. I carabinieri della stazione di Montelabbate sono intervenuti per i rilievi di legge. Nelle prossime ore la procura disporrà l’autopsia per capire l’esatta causa della morte”.

Fonte: Il Corriere Adriatico, Il Resto del Carlino.