Ferrara, morì sulla moto: condannato pedone per aver causato la morte del centauro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Settembre 2019 20:32 | Ultimo aggiornamento: 24 Settembre 2019 8:50
Ferrara, morì investito da moto: condannato pedone per la morte del centauro

Due ambulanze sul luogo di un incidente (foto ANSA)

FERRARA – Nicola Coltelli, 17 anni, morì sulla sua moto mentre di sera viaggiava su via Vallelunga a Pontelagoscuro, alle porte di Ferrara, investendo un giovane che camminava sul ciglio delle strada. Quel giovane, 23 anni, originario del Gambia, è stato condannato dal giudice Alessandra Martinelli, alle pena di un anno e 8 mesi per omicidio colposo, per aver causato la morte di Nicola con la colpa di aver camminato nel senso di marcia della moto, e non nella parte opposta, come prevede il codice della strada.

Il ragazzo, la sera del 18 dicembre 2015, stava camminando verso la struttura per migranti in cui era ospitato. La difesa ha già annunciato ricorso in appello. Il ragazzo a bordo della moto si trovò davanti, al buio, il giovane che camminava assieme ad una amico sul ciglio della strada. Lo investì cadendo contro il guard-rail, morendo sul colpo. Il giudice ha anche assegnato come risarcimento, una provvisionale di 100mila euro per ciascuno dei genitori.

I genitori sempre presenti in aula hanno spiegato che “Nicola ha lasciato un vuoto che la giustizia non potrà mai riempire, non potrà ridarci la sua gioia: siamo qui al processo e per noi ogni volta è riaprire una ferita mai chiusa”. (fonte ANSA)