Festa in casa a Torino con 27 persone: arriva la Polizia, qualcuno si nasconde nell’armadio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Novembre 2020 10:13 | Ultimo aggiornamento: 3 Novembre 2020 10:13
Festa in casa a Torino con 27 persone: arriva la Polizia, qualcuno si nasconde nell'armadio per non farsi vedere

Festa in casa a Torino con 27 persone: arriva la Polizia, qualcuno si nasconde nell’armadio (Foto d’archivio Ansa)

Festa di Halloween in casa a Torino: erano in 27, quando sono arrivati i poliziotti qualcuno si è nascosto nell’armadio.

Qualcuno ha tentano di nascondersi all’interno degli armadi, sul balcone, nel bagno, sotto i letti e persino nello sgabuzzino. Questa la scena che si sono trovati di fronte i poliziotti intervenuti in uno stabile di via Sacchi, a Torino, per la segnalazione di una festa privata all’interno di un appartamento.

Torino: festa di Halloween con 27 persone in casa

All’interno di un trilocale, gli agenti hanno trovato 27 giovanissimi, tra i 14 e i 27 anni. Li hanno sanzionati per l’assembramento e per la mancanza di dispositivi di protezione. E’ accaduto nella notte tra domenica e lunedì.

Schiamazzi e musica ad alto volume sono cessati solo quando gli agenti hanno bussato alla porta dell’appartamento, un piano rialzato affittato qualche giorni prima su una piattaforma online per ospitare alcuni amici provenienti dall’estero. Poi la catena di messaggi per organizzare la festa. Non mancano le bottiglie di alcolici, mentre di mascherine e distanziamento non c’è traccia.

Matera: 21 ragazzini denunciati per atti vandalici la sera di Halloween

Nella notte di Halloween, nella zona Aquarium di Matera, hanno danneggiato automobili in sosta e incendiato quattro cassonetti della spazzatura. A vario titolo, la Polizia ha denunciato 21 ragazzini, tra i 14 e i 16 anni. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, gli atti vandalici sono stati commessi “in modo plateale e goliardico”.

Non c’era dunque alcun motivo di protesta politica o contro le restrizioni decise per contrastare la diffusione dell’epidemia da coronavirus. Otto le automobili danneggiate: tre sono state imbrattate con spray e alle altre cinque sono stati infranti gli specchietti laterali.

I ragazzini hanno anche utilizzato alcune bombe carta e mortaretti che hanno provocato l’incendio dei cassonetti. Nella notte di Halloween, la Polizia aveva già bloccato due minorenni. Gli altri 19 sono stati identificati anche grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona. (Fonte Ansa)