Festini con baby prostitute e cocaina, ai domiciliari anche un politico della Lega

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Settembre 2020 8:43 | Ultimo aggiornamento: 2 Settembre 2020 8:43
Festini con baby prostitute e cocaina, ai domiciliari anche un politico della Lega

Festini con baby prostitute e cocaina, ai domiciliari anche un politico della Lega (Foto Ansa)

Baby prostitute e cocaina, sei indagati a Bologna per festini con minorenni. Ai domiciliari finisce anche un politico della Lega candidato alle ultime regionali.

Festini con baby prostitute e cocaina scoperti dal nucleo operativo dei carabinieri della compagnia Bologna Centro. I militari hanno scoperto e fermato sei persone accusate a vario titolo di induzione alla prostituzione e reati in materia di stupefacenti. Tra le vittime ci sono anche ragazzine minorenni, coinvolte in festini dove girava cocaina. Per uno degli indagati è stato disposto il carcere.

Tra le persone coinvolte nell’indagine ci sono un avvocato e un agente immobiliare, poi anche un candidato per la Lega che ora è ai domiciliari. 

Martedì sono state eseguite le perquisizioni. Secondo quanto ricostruito l’ipotesi degli investigatori è di un giro di ragazzine arruolate e portate in un residence fuori città.

Lì sarebbe avvenuto lo scambio, ovvero prestazioni sessuali in cambio di droga. Tutto è partito dalla denuncia di una madre che aveva intercettato dei video nel cellulare della figlia. Gli indagati sono difesi tra l’altro dagli avvocati Gabriele Bordoni e Giovanni Voltarella.

Per un imprenditore, invece, è scattata la custodia in carcere. Domiciliari anche per un altro indagato e misure più leggere per altri tre, tra cui un avvocato. (Fonte Ansa).