Fiat, Mirafiori. Sciopero contro la diffida ai delegati Fiom

Pubblicato il 22 Settembre 2011 16:18 | Ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2011 16:56

TORINO, 22 SET – I lavoratori delle Meccaniche Powertrain di Mirafiori hanno scioperato un’ora. La protesta e’ stata indetta dalla Fiom che parla di una percentuale di adesione dell’85%, mentre per la Fiat e’ stata del 15%: sia il montaggio sia la lavorazione – secondo la Fiom – hanno interrotto la produzione dalle 10,15 alle 11,15 .

Lo sciopero e’ stato proclamato ”contro la diffida che ieri l’azienda ha fatto a due delegati Fiom mentre informavano, all’ingresso della mensa, i lavoratori sulla consultazione sindacale sull’accordo interconfederale del 28 giugno”. ”Quando abbiamo informato i lavoratori della diffida dell’azienda e quindi del tentativo di limitare la nostra azione – spiegano i delegati – si sono fermati tutti dimostrando cosi’ di non essere disponibili a rinunciare ad essere rappresentati da noi”.

”Nel momento in cui la Fiat prova a calcare la mano rispetto alla liberta’ di rappresentanza – afferma Edi Lazzi, responsabile della V Lega Fiom – i lavoratori sanno come reagire: l’azienda tenga conto di cio’ che hanno voluto dire con questo sciopero”.