Fidenza (Parma): prete lo rimprovera per la musica alta, lui lo prende a calci e gli sfregia il volto

di Alessandro Avico
Pubblicato il 15 Ottobre 2021 10:46 | Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre 2021 10:46
Fidenza (Parma): prete lo rimprovera per la musica alta, lui lo prende a calci e gli sfregia il volto

Fidenza (Parma): prete lo rimprovera per la musica alta, lui lo prende a calci e gli sfregia il volto FOTO ANSA

Ha aggredito brutalmente il prete della parrocchia di Santa Maria Annunziata di Fidenza (Parma) che lo ospita in canonica. L’aggressione per un rimprovero da parte del parroco per il volume alto della musica che ascoltava. L’uomo ha perso la testa prendendolo a calci, pugni e colpendolo anche con un coltello, col quale gli ha sfregiato in modo profondo anche il volto.

L’aggressore del prete di Fidenza

L’aggressore, un 57enne, è stato arrestato dai carabinieri con le accuse di tentato omicidio, lesioni gravissime e sfregio permanente del viso. La vittima è don Mario, il parroco di Santa Maria Annunziata di Fidenza (Parma), ricoverato in condizioni serie. Il 57enne, di origine milanese, è uno degli ospiti che hanno trovato accoglienza nella canonica della parrocchia fidentina.

La dinamica dell’aggressione

Mercoledì sera intorno alle 23 il parroco gli aveva chiesto di abbassare il volume della musica, troppo alta a quell’ora, e l’uomo gli si è scagliato contro prendendolo a calci e pugni. Don Mario ha cercato allora di ripararsi in una camera e ha subito chiamato i carabinieri. Il 57enne intanto era riuscito a sfondare la porta e si è nuovamente accanito contro il prete, questa volta armato di un coltello con una lama di 20 centimetri.

Il parroco si è protetto con le mani procurandosi diverse ferite ma alla fine è stato colpito da un fendente al volto che gli ha procurato una ferita molto profonda. Il prete è riuscito a rifugiarsi in bagno proprio mentre arrivavano i carabinieri che hanno immobilizzato l’aggressore, poi arrestato. Il 57enne si trova in carcere a Parma. Il sacerdote in ospedale.