Filandari (Vibo Valentia): convalidati i 4 fermi per i presunti killer della strage in masseria

Pubblicato il 30 Dicembre 2010 15:42 | Ultimo aggiornamento: 30 Dicembre 2010 15:47

Sono stati convalidati i fermi delle quattro persone accusate della strage a Filandari in cui il 27 dicembre sono state uccise cinque persone, padre e quattro figli. La decisione è stata presa dal gip del Tribunale di Vibo Valentia, Giancarlo Bianchi.

Le quattro persone nei confronti delle quali è stato convalidato il fermo sono Ercole Vangeli, reo confesso; il fratello di questi, Franco, ed il figlio ed il genero di quest’ultimo, Pietro Vangeli e Gianni Mazzitello. Il gip Bianchi ha anche emesso a carico di Ercole Vangeli e degli altri tre accusati della strage un’ordinanza di custodia cautelare in carcere con l’accusa di omicidio plurimo aggravato dalla premeditazione.

Secondo quanto è emerso dalle indagini, Ercole Vangeli e le altre tre persone presunte responsabili della strage hanno atteso l’arrivo delle vittime, Domenico Fontana ed i quattro figli, Pasquale, Pietro, Emilio e Giovanni, nella masseria di proprietà della famiglia Fontana e quando i quattro sono giunti sul posto hanno cominciato a sparare.

Nello spiazzo antistante la masseria sono stati uccisi Domenico Fontana ed i figli Pietro e Giovanni. All’interno del locale, invece, sono stati assassinati Emilio e Pasquale Fontana.