Cinema

Un film con Salemme, Gassman e Argento sui vigili buoni, a Parma scoppia la polemica

Un film per riabilitare il corpo della polizia municipale dopo il caso Bonsu, il giovane ghanese picchiato e minacciato da un gruppo di vigili della città emiliana. Servirebbe anche a questo ‘Baciato dalla fortuna’, la nuova commedia cinematografica con Vincenzo Salemme, Alessandro Gassman e Asia Argento in produzione in questi giorni a Parma.

L’accusa, diretta, arriva da alcune associazioni parmigiane che aiutano gli immigrati e dai banchi dell’opposizione in consiglio comunale. Accuse che martedì hanno trovato spazio sul “Corriere della Sera” dopo essere state lanciate il 10 luglio sui media locali. ”Abbiamo chiesto se c’è del vero nelle insistenti voci secondo le quali il Comune, attraverso una delle sue società, avrebbe dato un supporto diretto alla realizzazione del film”, spiega Matteo Caselli, consigliere comunale del Pd; più esplicita l’associazione ‘Dormire Fuori’: ”E’ vero o no che il Comune ha pagato una somma ingente per convincere la produzione del film a girare scene a Parma, tentando così di riscattare l’immagine dei vigili urbani nonostante il caso Bonsu sia ancora lontano da una conclusione e il ragazzo non abbia ottenuto giustizia?”.

Ad avvalorare il sospetto, spiegano, l’impiego della storica residenza comunale di piazza Garibaldi o altri spazi storici della città come set del film. Il Comune sulla vicenda preferisce rispondere con le carte. Non esiste infatti nessuna delibera o atto ufficiale dove si parla di finanziamenti alle pellicola di Salemme. A favore del film solo due decisioni di Giunta dove si concede la concessione gratuita dell’uso del suolo pubblico per girare le scene. Alla fine quello che fanno tutte le città medio-piccole per promuovere, attraverso una produzione cinematografica, le proprie bellezze artistico-culturali, praticamente quasi a costo zero.

To Top