Finale Emilia, donna sgozzata in casa: fermato il nipote

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 marzo 2019 21:29 | Ultimo aggiornamento: 22 marzo 2019 21:29
Finale Emilia, donna sgozzata in casa: fermato il nipote

Finale Emilia, donna sgozzata in casa: fermato il nipote

MODENA – L’hanno trovata ormai senza vita in un appartamento a Finale Emilia, in provincia di Modena. La vittima, una donna di 50 anni di nazionalità marocchina era stata sgozzata. Secondo quanto riporta l’agenzia Ansa, a commettere l’omicidio potrebbe essere stato il nipote, un 36enne connazionale della vittima. Sul posto sono intervenuti carabinieri e 118.

La tragedia si è consumata intorno alle 18.25 di venerdì 22 marzo, in un’abitazione in vicolo dei Grigioni, nei pressi di Piazza Verdi. Il nipote, presunto omicida, sarebbe già stato preso in carico dai carabinieri, che stanno ora conducendo tutti gli accertamenti del caso. Il giovane è stato portato via in ambulanza, di recente era stato dimesso da una clinica psichiatrica. 

La donna sarebbe stata colpita con almeno quattro fendenti al collo mentre i due si trovavano in cucina. A trovare il corpo è stato il figlio della vittima, un 17enne. 

Secondo quanto scrive Il Resto del Carlino il nipote 32enne era arrivato da poco in Italia dal Marocco e, secondo alcuni vicini di casa, aveva un carattere schivo. Subito dopo l’omicidio è stato visto scendere in strada in stato di forte agitazione, urlando e prendendo a pugni i muri di alcune abitazioni. Sono state le sue urla a preoccupare il tabaccaio che ha quindi avvertito le forze dell’ordine. 

Fonte: Ansa e Il Resto del Carlino