Fincantieri: operaio licenziato da un anno si toglie la vita

Pubblicato il 30 Settembre 2010 12:34 | Ultimo aggiornamento: 30 Settembre 2010 12:39

Secondo quanto rende noto Giovanni Sgambati, segretario della Uilm Campania, un lavoratore dell’indotto della Fincantieri di Castellammare di Stabia si è tolto la vita. L’uomo è stato ritrovato impiccato nella notte tra mercoledì e giovedì. Secondo quanto si è appreso, l’operario viveva a Castellammare di Stabia (Napoli).

L’operaio era stato licenziato da circa un anno spiega Giovanni Maresca, delegato Rsu Uilm della Fincantieri di Castellammare. Maresca si è detto sconvolto e ha spiegato di aver appreso la notizia mentre stava raggiungendo l’incontro con i delegati dei metalmeccanici in corso di svolgimento a Napoli.

L’uomo, che lavorava per la societa’ ‘Dnr’, era sposato ed aveva dei figli e il sindacato ci va cauto a mettere in relazione il suicidio con la crisi della Fincantieri. Secondo quanto ha appreso il delegato Rsu della Uilm, l’uomo è stato ritrovato in un garage, non si sa se di sua proprietà o di altre persone.

”La crisi mondiale di Fincantieri sta facendo pagare a Castellammare un prezzo più alto rispetto agli altri stabilimenti”, ha commentato Maresca che ribadisce l’urgenza di un intervento del Governo.