Firenze. "Iva evasa per 2 anni": Finanza sequestra beni per 630mila euro

Pubblicato il 20 Giugno 2012 11:04 | Ultimo aggiornamento: 20 Giugno 2012 13:27

FIRENZE – Per due anni non ha versato l'Iva dovuta dalla societa' di Sesto Fiorentino (Firenze) da lui amministrata, attiva nel settore della compravendita sul territorio nazionale di porcellane importate dalla Cina. Protagonista un imprenditore fiorentino di 60 anni, nei cui confronti i finanzieri hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo di immobili e conti correnti per 630.000 euro. L'uomo e' stato denunciato per il reato di omesso versamento di Iva.

Secondo quanto riferito, pur presentando regolare dichiarazione dei redditi, l'uomo ha omesso di versare l'Iva per gli anni 2009 e 2010. La Procura fiorentina, in seguito ad una segnalazione dall'Agenzia delle entrate di Firenze, ha delegato i finanzieri del Nucleo di polizia tributaria ad eseguire accertamenti finalizzati alla completa ricostruzione del patrimonio dell'imprenditore.

A questa attivita' e' seguito il decreto di sequestro preventivo, disposto dal Gip di Firenze Angelo Pezzuti, finalizzato alla confisca di beni per un valore equivalente a quello delle imposte non versate: tra i beni sequestrati, due immobili di prestigio ubicati a Firenze e tre conti correnti bancari su cui sono risultate accreditate somme per 137.000 euro.