Firenze, 33enne ucciso a coltellate in strada dopo una lite al pub: fermato un tunisino di 39 anni

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Novembre 2019 11:21 | Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2019 13:37
Firenze, 33enne ucciso a coltellate in strada dopo una lite al pub: fermato un tunisino di 39 anni

Intervento di carabinieri e ambulanza nella notte (Foto archivio Ansa)

FIRENZE – Una banale lite al pub sfociata in omicidio. E’ accaduto domenica notte a Firenze, dove un uomo di 33 anni, originario del Kosovo e residente in città, è stato ucciso a coltellate in via Sant’Antonino, a pochi passi dal locale dove poco prima delle 3 era cominciato un litigio. I carabinieri hanno condotto in caserma un tunisino di 39 anni, con precedenti di polizia, ritenuto responsabile dell’omicidio.

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, accorsi sul posto, il kosovaro si sarebbe presentato intorno alle 2 in in pub di via Faenza, in evidente stato di alterazione dovuto probabilmente all’abuso di alcol. A questo punto sarebbe scattata la lite col tunisino. 

Dalle parole si è passati agli insulti e poi alle minacce. I due sarebbero stati separati da amici e camerieri, quindi il nordafricano sarebbe uscito dal pub. Poco dopo però sarebbe rientrato continuando la lite col 33enne, fino a che entrambi sono stati invitati a spostarsi fuori dal locale, dove lo scontro sarebbe degenerato. Il 39enne avrebbe estratto un coltello e colpito con diversi fendenti il rivale, lasciandolo a terra in una pozza di sangue.

Inutili i tempestivi soccorsi del 118 e la corsa disperata in ambulanza. La morte del 33enne è stata dichiarata intorno alle 4, poco dopo il suo arrivo all’ospedale Careggi. Il tunisino è stato sottoposto a fermo con l’accusa di omicidio volontario, al termine dell’interrogatorio, e portato in carcere. 

Fonte: Ansa