Firenze, si spara alla testa giocando alla roulette russa: grave albanese

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 Ottobre 2013 20:27 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2013 20:27

carabinieri-gazzellaFIRENZE – Uno sparo alla testa, per gioco, da ubriaco. E’ quello che, secondo una prima ricostruzione, sarebbe successo a Firenze, protagonista un ragazzo di vent’anni. Tornato a casa ubriaco dopo una notte passata a bere, avrebbe estratto una pistola iniziando a giocare alla roulette russa con un amico e si sarebbe sparato alla testa ferendosi gravemente.

Questa, in attesa dei risultati degli accertamenti tecnici, l’ipotesi avanzata dai carabinieri che indagano sul ferimento di un ventenne albanese, avvenuto martedì mattina in un appartamento di via degli Alfani a Firenze.

Il giovane si trova ricoverato in coma all’ospedale fiorentino di Careggi in gravi condizioni. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto hanno trovato il giovane riverso a terra, in stato di semi incoscienza. Accanto a lui un revolver calibro 38, rubato tre anni fa in un’abitazione del fiorentino.

L’amico del ragazzo, suo connazionale, è stato rintracciato e sentito dai militari. Secondo il suo racconto, il ventenne avrebbe preso la pistola da un cassetto puntandogliela alla coscia e sparando un colpo a vuoto, poi se la sarebbe puntata alla tempia premendo il grilletto: questa volta la pistola avrebbe esploso un colpo, l’unico presente nel tamburo.

I militari che indagano sul caso lo hanno arrestato con l’accusa di detenzione illecita di arma da fuoco e ricettazione. Quando è stato esploso il colpo, nell’abitazione era presente anche una terza persona, una ragazza albanese che ha avvisato 118 e carabinieri ma che poi si è resa irreperibile.