Fisco/ Tasse stupide e feroci. Francesco Gava chiede aiuto su Facebook: “Aiutatemi a pagare una multa di 310 miliardi”

Pubblicato il 19 Luglio 2009 12:06 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2009 8:06

Una multa di 309 miliardi e 900 milioni di euro. Se l’è vista recapitare al suo domicilio di Parma, dove frequenta l’università, Francesco Gava, un ragazzo trevigiano di 24 anni. Il mittente è Equitalia, l’ente incaricato dallo Stato di riscuotere le sanzioni nei confronti dei contravventori.

Per prima cosa ha pensato a uno scherzo. Poi ha cercato di ricordare quale violazione potesse aver commesso in passato per meritarsi una multa di queste proporzioni. Uno sbaglio di sicuro. Ma intanto Francesco, un po’ spaventato dalla cifra che se riuscisse a raccogliere potrebbe coprire un sesto del debito pubblico italiano, ha già lanciato un appello su Facebook: “Aiutatemi a pagare, va bene qualsiasi offerta vorrete”. Si attende la risposta di Equitalia, che dovrebbe mandare al giovane nei prossimi giorni o la rettifica o una lettera di scuse.