Cronaca Italia

Fiumi di denaro nei conti di Cola Il gip: gravissimo quadro indiziario

da: La Repubblica

«Un gravissimo quadro indiziario». Con queste parole il gip di Roma, Maria Bonaventura, ha convalidato il fermo di Lorenzo Cola, il consulente di Finmeccanica arrestato giovedì con l’ accusa di riciclaggio aggravato nell’ inchiesta sulla holding. Un personaggio, il gip non ha dubbi, legato al presidente Pier Francesco Guarguaglini. Uomo ombra vicino, anzi vicinissimo al vertice dell’ azienda in cui ogni mattina andava a lavorare. C’ è stato chi, negli interrogatori, ha raccontato che Cola e Guarguaglini si davano del “tu”. Erano molto più che un capo e un bravo consulente. Erano Pier Francesco e Lorenzo. Il provvedimento mette l’ accento sulla grande disponibilità finanziaria di Cola: ingiustificata, secondo il gip. Gli esiti delle rogatorie sono chiari: in Svizzera sono state trovate «ingenti somme di denaro» riferibili proprio al consulente ex Ernst & Young che non hanno spiegazione se non quella di «attività illecite». Trentai milioni di euro trovati nella Repubblica elvetica sui quali il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e i sostituti Giovanni Bombardieri, Francesca Passaniti e Rodolfo Sabelli hanno richiesto ulteriori rogatorie, convinti che…

Leggi l’articolo originale

To Top