Fiumicino, caos bagagli in aeroporto. Protesta contro licenziamenti Alitalia FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 novembre 2014 13:29 | Ultimo aggiornamento: 2 novembre 2014 16:11
Fiumicino, caos bagagli in aeroporto. La protesta contro licenziamenti Alitalia

Fiumicino, caos bagagli in aeroporto. La protesta contro licenziamenti Alitalia

ROMA – E’ di nuovo caos bagagli all’aeroporto di Fiumicino. Dalle prime ore di domenica 2 novembre è scattata la protesta dei dipendenti di terra di Alitalia licenziati. Come nell’agosto del 2014, anche oggi migliaia di bagagli sono rimasti fermi in pista e negli hangar, mentre i loro proprietari partivano.

A causare il disagio un’agitazione improvvisa degli addetti Alitalia al Net, il sistema automatizzato di smistamento bagagli, per “solidarietà” verso alcuni colleghi che, entrati in aeroporto per iniziare il turno hanno trovato il proprio profilo aziendale bloccato, non potendo così svolgere il servizio operativo.

Di conseguenza, la gestione dei bagagli al Net è rimasta pressoché bloccata e i bagagli, direttamente dagli aerei, vengono trasferiti in una tensostruttura in attesa di poter essere riavviati a destinazione. “A causa di un disguido interno – fanno sapere fonti Alitalia – sono state disattivate questa mattina le postazioni di 25 lavoratori Alitalia dello scalo di Fiumicino che, soltanto domani, sarebbero dovute essere disattivate in coincidenza con la consegna a questi lavoratori delle lettere di messa in mobilità. Questo disguido ha creato un po’ di agitazione tra i lavoratori provocando qualche ritardo nella consegna o nel riavvio di alcune centinaia di bagagli in transito, che saranno prontamente riconsegnati dalla compagnia nel minor tempo possibile”.

Nessun problema di ordine pubblico in aeroporto ma un presidio della polizia staziona dinanzi al Net. Da parte sua – si apprende da fonti aeroportuali – Aeroporti di Roma, che si è attivata subito sin dalle prime ore del mattino, è pronta ad intervenire, come la scorsa estate, con una task force di alcune decine di addetti ma, al momento, rimane in attesa di una richiesta operativa da parte di Alitalia.

Alle 14:30 circa sono riprese le procedure per riavviare le centinaia di bagagli in transito rimasti bloccati a terra, caricando le valige sui primi aerei disponibili.

(foto Ansa)