Flavia Loche, sindaco di Tonala (Sardegna) tenta il suicidio: salvata dai carabinieri

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Agosto 2019 12:43 | Ultimo aggiornamento: 7 Agosto 2019 13:11
flavia loche sindaco suicidio

Il sindaco Flavia Loche

SASSARI – Flavia Loche, sindaca di Tonara in Sardegna di 45 anni,  ha tentato di togliersi la vita ingerendo un mix di alcolici e farmaci. La donna fortunatamente è stata salvata dai carabinieri della Compagnia di Tempio, che hanno trovato la sua automobile vicino ad una diga. La donna era già semincosciente e probabilmente sarebbe riuscita nel suo intento senza il provvidenziale intervento dei militari.

La donna è stata trovata dai militari della compagnia di Tempio Pausania, dopo circa tre ore di ricerche, grazie alla geolocalizzazione del suo telefonino: aveva raggiunto in auto la diga del Liscia, nel territorio di Luras, in Gallura. Stesa sui sedili della macchina, che aveva parcheggiato tra fitti cespugli, la sindaca aveva provato a uccidersi con un mix di farmaci di libera vendita e alcol. Subito trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Tempio, la donna è stata salvata.

Flavia Loche è la moglie dell’ex sindaco di Tonara Pierpaolo Sau, arrestato nel 2015  nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Oristano su un presunto giro di appalti pilotati in Sardegna, che ha portato all’arresto di altri quattro sindaci. Sau era già al lavoro per la riconferma al secondo mandato, ma dopo che sono scattate le manette è stata sua moglie a prendere in mano la lista (Po Tonara Sempere) che ha sconfitto la candidata della civica (Tonaresos po Tonara) di centrosinistra Sebastiana Porru. (Fonti Fanpage e Agi).