Focolaio Billionaire: 6 camerieri positivi al Covid. E ne hanno tamponati pochi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Agosto 2020 9:22 | Ultimo aggiornamento: 21 Agosto 2020 11:08
Focolaio Billionaire, sei camerieri positivi al covid

Focolaio Billionaire: sei positivi nel locale di Briatore (Ansa)

Un centinaio di dipendenti del Billionaire sono bloccati in Sardegna: sono finiti in isolamento, sei di loro sono stati trovati positivi al covid.

Parte del personale non è sardo, non può tornare a casa: peraltro i positivi del focolaio Billionaire potrebbero essere molti di più visto che i tamponi li hanno fatti in pochi. Ne parlano Il Messaggero e Libero.

In ogni caso il famoso locale (ristorante-discoteca) di Porto Cervo di proprietà di Flavio Briatore è già chiuso. Briatore lo ha chiuso in polemica col sindaco di Arzachena e le sue ordinanze.

Come lo sia diventato è da appurare: certo la grande affluenza conta, nella settimana di Ferragosto c’era il pieno con clienti disposti a pagare 4mila euro (segnala Il Messaggero) per un tavolo .

Focolaio Billionaire, nonostante le misure di contenimento

Tuttavia le misure di sicurezza rigorosamente applicate non sono a riuscite a contenere il contagio. Una decina dei dipendenti era stata assoldata attraverso un’agenzia che ha procurato forza lavoro per tutti i locali della Costa Smeralda.

Questi ragazzi cioè hanno girato per i vari locali.

Proprio in Costa Smeralda, dopo il cluster di Coronavirus che riconduce alla serata-evento del 9 agosto al Country Club di Porto Rotondo, sono emersi altri due focolai.

Il primo porta dritto a club e locali di Porto Cervo e Poltu Quatu, dal Billionaire di Briatore al Just Cavalli, a The Temple e Canteen. Il secondo, meno affollato, riguarda il Circeo.

Proprio Briatore aveva innescato una polemica con il sindaco di Arzachena che, spaventato dai numeri del contagio, ha di fatto spento la musica.

“Il sindaco di Arzachena, l’unico in Italia, ha reso più restrittivo il decreto Conte. Non capisco, ha cancellato completamente la musica” ha dichiarato Briatore, irridendo il sindaco “che non ha mai lavorato in vita sua”.

Il primo cittadino ha risposto a tono, pur mantenendo il profilo istituzionale.

“È un momento particolare e la guardia va tenuta alta, quest’ ordinanza va a tutelare la salute di tutti”.

E, rivolgendosi proprio a Briatore, “soprattutto di quelli più anziani come lei che è giusto che si proteggano e mettano la mascherina. Sarebbe un peccato perché l’Italia ha bisogno di personaggi come lei”. (fonte Il Messaggero)