Focolaio Caserta, in punto di morte convoca i parenti: veglia funebre più funerale fanno 76 positivi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Gennaio 2021 10:17 | Ultimo aggiornamento: 4 Gennaio 2021 10:17
Focolaio Caserta, in punto di morte convoca i parenti: veglia funebre più funerale fanno 76 positivi

Focolaio Caserta, in punto di morte convoca i parenti: veglia funebre più funerale fanno 76 positivi (Foto Ansa)

Focolaio coronavirus a Rocca d’Evandro, in provincia di Caserta, dopo che una donna in punto di morte ha convocato tutti i parenti. Focolaio quindi partito da una veglia funebre a un’anziana, avvenuta il 27 dicembre, con parenti e vicini di casa riuniti poi anche al funerale della donna.

In totale sono 76 i cittadini di Rocca d’Evandro attualmente positivi, oltre il 2% della popolazione residente. La maggior parte dei contagiati, tra cui anche alcuni bambini, è asintomatica. La situazione è monitorata costantemente dall’Asl di Caserta, che non ha, per ora, ritenuto opportuno effettuare alcuno screening di massa. Affidandosi invece all’attività di tracciamento e controllo dei positivi.

Focolaio Caserta, la veglia funebre e il funerale

Prima di morire la donna infatti voleva avere accanto tutti i parenti con le loro rispettive famiglie. E per questo ha espresso il desiderio di radunarli al suo capezzale per l’ultimo saluto. Senza pensare troppo al distanziamento sociale, con il rischio concreto di contagio che è diventato reale.

“C’è preoccupazione per la situazione che si è venuta a creare – spiega il sindaco di Rocca d’Evandro – ma fortunatamente i concittadini positivi stanno quasi tutti bene. Il contagio è circoscritto ad alcune nuclei familiari. Il mio personale rammarico è dovuto al fatto che il focolaio si è sviluppato perché alcune persone non hanno rispettato le restrizioni vigenti”.

Focolaio Rocca d’Evandro, il tracciamento dei positivi

In un paesino di sole 3200 anime, l’Asl non ha avuto problemi nel tracciare il percorso del virus, partito dalla veglia funebre tenuta in casa dell’anziana. Oltre ai familiari presenti, a rendere l’ultimo saluto alla donna, sono arrivati anche altri conoscenti. Tutti sono risultati positivi dopo qualche giorno.

Il focolaio si aggiunge a quello che ha colpito la Residenza per anziani (Rsa) situata nel paese, gestita da una società privata. Positivi operatori sanitari e anziani (due dei quali deceduti). Intanto nel Casertano aumentano le vittime del Covid: nelle ultime 24 ore, attesta il report giornaliero dell’Asl, sono decedute sei persone – una settantina nell’ultima settimana – per un conto totale di 446 persone morte causa coronavirus. (Fonte Ansa).