Focolaio in una Rsa a Rebbio (Como): da Natale 21 i morti tra gli anziani ospiti, 131 i contagiati

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 21 Gennaio 2021 16:05 | Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio 2021 16:05
Coronavirus,bambino di 4 mesi ricoverato in terapia intensiva a Genova. E' affetto da un'altra grave patologia

Coronavirus,bambino di 4 mesi ricoverato in terapia intensiva a Genova. E’ affetto da un’altra grave patologia (foto Ansa)

Focolaio in una Rsa di Rebbio, in provincia di Como. Dalla fine dello scorso anno ad oggi, sono 21 le persone decedute a causa del Covid nella Ca’ d’Industria, struttura per anziani di Rebbio nel Comasco. Lo racconta il quotidiano La Provincia di Como.

Un focolaio è scoppiato dopo Natale portando a una percentuale di quasi 90% degli ospiti contagiati, senza contare il numero degli operatori che hanno contratto il virus. Al momento fra gli ospiti sono 85 quelli positivi e 46 gli operatori – in totale 131 -, non solo infermieri ma anche ausiliari e operatori socio assistenziali, il che rende difficoltoso il lavoro per chi è rimasto, in considerazione della difficoltà a reperire, soprattutto infermieri ma in generale personale.

La direttrice della Rsa di Rebbio: “Momento molto difficile, siamo stremati”

“E’ un momento molto difficile, siamo stremati – ha spiegato sul sito dell’Rsa la direttrice Marisa Bianchi -, distrutti fisicamente e psicologicamente, ma siamo una grande forza, dei guerrieri che, instancabili dopo 12 ore di lavoro, continuano a lottare per il bene degli anziani”.

Oggi ci sarà una nuova tornata di tamponi, con la speranza che altri ospiti risultino guariti, “di sicuro – ha spiegato il presidente Gianmarco Beccalli – abbiamo alcune guarigioni, anche tra gli operatori. Speriamo presto di poter uscire da questo tunnel”.